Il Master

Il Master in Progettazione d’eccellenza per la città storica costituisce un luogo istituzionale di formazione, ricerca, approfondimento e confronto disciplinare, e si propone anche come centro di sperimentazione, documentazione ed archivio per lo specifico ambito di studio, considerato sia alla scala dell’architettura che della città.

Master di II livello in Progettazione di Eccellenza per la città storica

NUMERO DEI POSTI DISPONIBILI  25
QUOTA ISCRIZIONE  Euro 1.500,00
DURATA  semestrale 
CREDITI  60
SEDE  Palazzo Gravina – Via Monteoliveto 3, Napoli

FINALITA’

Il corso di Master universitario di II livello in Progettazione d’eccellenza per la città storica si propone di realizzare un percorso formativo finalizzato a fornire la competenza necessaria per pianificare, progettare, gestire e portare a termine interventi anche complessi di rigenerazione urbana e di realizzazione di nuove architetture all’interno del tessuto della città storica europea.

Obiettivo prioritario è indirizzare il percorso formativo all’approfondimento della storia, dell’identità e della cultura della città storica europea per indagarne ruolo, valori e potenzialità nella contemporaneità.

Il corso di Master valorizzerà un approccio integrato e multidisciplinare privilegiando una continua interrelazione fra teoria, prassi e verifiche progettuali.

Attenzione prioritaria sarà data alla sostenibilità amministrativa e finanziaria dei progetti e all’individuazione di appropriate forme di partenariato pubblico-privato a sostegno della città storica come bene comune.

Il corso di Master si caratterizza per la ricerca costante di un dialogo con le Istituzioni locali, innanzitutto con il Comune di Napoli e la Regione Campania, in virtù del loro imprescindibile ruolo di attori principali della trasformazione e della riqualificazione della città, ma anche in virtù del contributo specialistico che i propri funzionari e dirigenti possono fornire su specifici aspetti tecnici e procedurali degli interventi programmati.

TEMA VI EDIZIONE

Il Centro Antico della città di Napoli è stato assunto come campo di indagine e di sperimentazione, presentando una tale ricchezza di stratificazioni e di intrecci tra civitas ed urbs da contenere e riassumere in sé, esemplificandoli, tutti i paesaggi e le condizioni della città storica europea.

Architettura, città storica e università sono gli elementi della ricerca che verrà sviluppata.
I singoli progetti architettonici verranno ricondotti all’interno di un insieme coordinato di interventi, finalizzato alla realizzazione di un campus universitario diffuso, integrato in modo sinergico con il cuore antico della città.

La ricerca intende mettere in opera un cambiamento possibile per la rigenerazione e il rilancio del centro antico di Napoli a partire dalla costruzione di un programma comune tra le Università e le Istituzioni culturali partenopee.

PROGRAMMA

Il Corso di Master prevede 1500 ore complessive (750 in aula e 750 di studio individuale), alle quali corrisponde l’acquisizione da parte degli iscritti di 60 CFU.
Le ore ed i crediti sono distribuiti su quattro laboratori (il numero dei crediti di ogni laboratorio è comprensivo del numero di ore destinato allo studio):

– Laboratorio di ricerca progettuale più prova finale: n. ore 375 – n. CFU 30;
– Laboratorio di ricerca storico-critica: n. ore 200 – n. CFU 15;
– Laboratorio arti visive: n. ore 50 – n. cfu 5;
– Laboratorio di sostenibilità finanziaria e amministrativa: n. ore 125 – n. CFU 10.

Leggi il programma completo

Il corso sarà articolato su cinque giorni lavorativi con frequenza obbligatoria; il numero massimo di assenze consentito è pari al 20% delle ore della attività didattica di aula, così come stabilito da regolamento. Il numero dei crediti di ogni Laboratorio è comprensivo del numero di ore destinato allo studio individuale da parte di ciascun studente.

La frequenza è obbligatoria per l’80% delle ore del corso. Il Master prevede verifiche di profitto intermedie.

L’offerta formativa del corso di master è articolata mediante tre distinte modalità:

1) attività formative “frontali” (lezioni, conferenze);

2) attività formative seminariali e laboratoriali (progettazione);

3) attività di studio, ricerca e sperimentazione individuale;

Nelle diverse fasi del suo svolgimento, il Corso di Master si avvarrà di contributi didattici forniti sia da docenti interni che da esperti esterni altamente qualificati in ambito nazionale ed internazionale, che interverranno non solo come lecturer ma parteciperanno in maniera organica alle attività didattiche.

Le attività didattiche, che si avvarranno anche del contributo di tutors e giovani docenti sia italiani che stranieri, privilegeranno gli aspetti seminariali e partecipativi rispetto ai più tradizionali contributi “frontali” allo scopo di coinvolgere gli allievi in una complessa attività progettuale che verrà condotta durante lo svolgimento del corso di Master.

LABORATORI

Laboratorio di ricerca progettuale più prova finale: n. ore 375 – n. CFU 30  

Il laboratorio, in cui confluiscono tutti i diversi contributi disciplinari, è il centro propulsore del Master, della ricerca e del confronto dove, attraverso la pratica del progetto, si costruiscono, sviluppano e verificano le possibili relazioni fra idea e realtà.

Laboratorio di ricerca storico-critica: n. ore 200 – n. CFU 15

Attraverso nuovi metodi di lettura ed interpretazione dell’architettura e della città, vengono rintracciati importanti spunti tematici da far convergere nella prassi progettuale.

Laboratorio arti visive: n. ore 50 – n. CFU 5

Gli strumenti della lettura, della descrizione e della rappresentazione della città, interagiscono con i processi e le pratiche dell’arte, innescando ipotesi di riqualificazione capaci di coinvolgere l’immaginario, di stimolare la partecipazione e il coinvolgimento dei cittadini, di contribuire a definire nuove forme di qualità dell’ambiente urbano.

Laboratorio di sostenibilità finanziaria e amministrativa: n. ore 125 – n. CFU 10

Le ipotesi di progetto vengono collocate all’interno di chiari assetti economici normativi e procedurali, al fine di renderle concretamente attuabili.

JURY FINALE

La Commissione giudicatrice, nominata con decreto rettorale su proposta del Consiglio Scientifico del Master, è costituita da tre componenti designati tra i professori universitari di ruolo e/o ricercatori dell’Università degli studi di Napoli Federico II afferenti alle aree scientifico-disciplinari del Master.

PROVA FINALE E TITOLO CONSEGUITO

La prova finale per il conseguimento del Master consisterà nell’elaborazione da parte di ogni partecipante di una Tesi progettuale.

La Tesi consiste nella pubblica discussione dei progetti in cui ciascun allievo espone il proprio lavoro, dimostrando – in occasione di una conferenza pubblica con la partecipazione di un’apposita Commissione di docenti del Corso di Master – di aver maturato una piena acquisizione dei contenuti teorici forniti e di una piena padronanza delle strumentazioni disciplinari del progetto di architettura.

Per l’ammissione all’esame finale è obbligatoria:

1) La frequenza ad almeno l’80% del totale delle ore di didattica
2) L’elaborazione delle prove richieste per i singoli insegnamenti

Agli iscritti che superano la prova finale verrà rilasciato il titolo di Master, che equivale a n. 60 crediti formativi, utilizzabili ai sensi delle attuali disposizioni di legge.